Nuove regole quarantena: DL n.05 del 02/02/20200

Nuove regole quarantena

D.L. n. 5 del 02 febbraio 2022

Il Decreto  approvato  il 02/02/2022 è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale nella serata di venerdì 4 febbraio 2022 e dunque ha effetto già a partire da sabato 5 febbraio.

Cambiano dunque le regole per quarantene e Dad nelle scuole italiane.

Queste le nuove regole per la ns. scuola

SCUOLA SECONDARIA

con un caso di positività accertato tra gli alunni presenti in classe,                             

l’attività didattica prosegue per tutti in presenza con l’utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 da parte degli alunni e dei docenti.

Con due o più casi di positività accertati tra gli alunni presenti in classe,

verificatisi entro cinque giorni dall’accertamento del caso precedente, per coloro che diano dimostrazione di avere concluso il ciclo vaccinale primario o di essere guariti da meno di centoventi giorni o dopo aver completato il ciclo vaccinale primario, oppure di avere effettuato la dose di richiamo, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo di  dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2.

Per coloro che posseggano un’idonea certificazione di esenzione dalla vaccinazione, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 su richiesta di coloro che esercitano la responsabilità genitoriale per i minori e degli alunni direttamente interessati se maggiorenni.

Per gli altri alunni si applica la didattica digitale integrata per la durata di cinque giorni.

NORME VALIDE PER TUTTE LE SCUOLE

Per tutte le scuole, in caso di positivi in classe, agli alunni in classe si applicherà il regime di auto-sorveglianza con esclusione dell’obbligo di indossare mascherine FFP2 sotto i sei anni di età. Agli alunni per i quali non sia applicabile il regime sanitario di auto-sorveglianza si applica la quarantena precauzionale della durata di cinque giorni, la cui cessazione consegue all’esito negativo di un test antigenico rapido o molecolare.

La riammissione in classe dei soggetti in regime di quarantena precauzionale è subordinata alla sola dimostrazione di avere effettuato un test antigenico rapido o molecolare con esito negativo, anche in centri privati a ciò abilitati.

Resta fermo il divieto di accedere o permanere nei locali scolastici con sintomatologia respiratoria o temperatura corporea superiore a 37,5°. 

La condizione sanitaria che consente la didattica in presenza può essere verificata dalle scuole tramite il Green pass.

Cosa succede per le classi attualmente in quarantena?

Nel decreto si specifica che “l’articolo 4 del decreto-legge 7 gennaio 2022, n. 1, e il comma 1 dell’articolo 30 del decreto-legge 27 gennaio 2022, n. 4, sono abrogati a decorrere dalla data di entrata in vigore del presente decreto e le misure già disposte ai sensi del citato articolo 4 sono ridefinite in funzione di quanto disposto dal presente articolo“.

Le vecchie regole non hanno pertanto più efficacia a partire dal 5 febbraio.

FACCIAMO CHIAREZZA:

L'art.6 comma 6 del decreto covid stabilisce che a decorrere dall'entrata in vigore del presente, le misure sulla quarantena disposte precedentemente devono essere rimodulate sulla base del nuovo decreto.

È abrogato quanto disposto precedentemente e quindi da lunedì 7 febbraio ad es. le quarantene devono durare 5 giorni e non di più e quelle poste in essere decadono se sono di durata superiore


Stampa